CALENDARIO 2017




Comune di Langhirano
Accademia degli Incogniti
Col Patrocinio della Fondazione Renata Tebaldi
Col contributo di Fondazione CariParma
Con la collaborazione del MiBACT
Polo Museale Regionale dell'Emilia Romagna - Torrechiara

FESTIVAL DI TORRECHIARA RENATA TEBALDI

Ventiduesima edizione
Cortile d'Onore del Castello di Torrechiara



Sabato 8 luglio 2017 ore 21.15

Mittente: Wolfgang Amadé Mozart
TULLIO SOLENGHI
TRIO D'ARCHI DI FIRENZE

W.A. Mozart: Lettere e Divertimento “Gran Trio” Kv. 563

-DETTAGLI-


Sabato 15 luglio 2017 ore 21.15

Tarantelle italiane
LUCILLA GALEAZZI TRIO

Un affascinante viaggio nella tradizione del Sud

-DETTAGLI-


Sabato 22 luglio 2017 ore 21.15

I colori del Mediterraneo
SIRTOS

Musiche e danze tradizionali della Grecia

-DETTAGLI-


Sabato 29 luglio 2017 ore 21.15

Concerto per Arturo Toscanini
ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO

Federico Guglielmo, Violino

Carlo Piazza, direttore

L. van Beethoven: Ouverture Coriolano, Concerto per Violino, Sinfonia n. 4

-DETTAGLI-


Venerdì 4 agosto 2017 ore 21.15

Dall'Oceano alle Highlands
DÀIMH

La musica della Scozia

-DETTAGLI-


In collaborazione con TEATROPOLI
il portale che apre il sipario sulle attività di prosa (e non solo) a Parma, in provincia e nelle città vicine, presentando informazioni dettagliate degli spettacoli in stagione, news, sezioni interattive, interviste e recensioni relative agli eventi in programma e ai loro protagonisti.

Come ulteriore arricchimento del legame tra il Festival e il territorio circostante, tutte le sere prima dello spettacolo agli spettatori sarà offerto un aperitivo proposto dalle Case Vinicole della zona.


Dettaglio Serate





Sabato 8 luglio 2017 ore 21.15

Mittente: Wolfgang Amadé Mozart

Questo acclamato spettacolo offre una vera e propria immersione nel mondo di uno dei più grandi geni della storia della musica. Grazie all’accostamento di alcune delle più significative lettere di Mozart al suo ultimo capolavoro cameristico, il Divertimento per Trio d’archi Kv. 563, scritto nel settembre del 1788 e dedicato al suo creditore Michael Puchberg, nel quale sembrano convergere e sublimarsi tutte le precedenti esperienze compositive, si possono cogliere e gustare sia la ricerca di un ideale estetico di armonia e perfezione, che una quotidianità fatta di piccoli eventi e apparentemente priva di slanci ideali.
Un Mozart, dunque, uomo di un tempo che sta per cambiare in modo irrimediabile: la presa della Bastiglia è dell’anno successivo alla composizione del Divertimento.
L’eclettico Tullio Solenghi, con la sua sapiente ironia e prorompente personalità, si unisce all’esecuzione del Trio di Firenze dando vita a un connubio intenso, in cui si alternano emozioni, facezie e arguzie.

TRIO D'ARCHI DI FIRENZE
Patrizia Bettotti
, violino
Pierpaolo Ricci
, viola
Lucio Labella Danzi
, violoncello

WOLFGANG AMADEUS MOZART
Divertimento per Violino, Viola e Violoncello in Mi bemolle maggiore, Kv. 563 "Gran Trio"


Sabato 15 luglio 2017 ore 21.15

Tarantelle italiane

Lucilla Galeazzi, senza dubbio una delle più belle voci italiane, in questo spettacolo racconta la storia della tarantella dagli antichi riti dedicati a Dioniso, il dio dell’eccesso e della forza della natura, all’odierno ballo popolare.
Dotata di una voce calda e potente, Lucilla ha cominciato a cantare all’età di quindici anni dedicandosi poi allo studio della musica popolare dopo l’incontro con l’antropologo Valentino Paparelli e lo storico Sandro Portelli.
Oggi è una delle maggiori interpreti di musica tradizionale del centro e sud Italia, ma le sue esperienze musicali includono anche il jazz (ad esempio con Gianluigi Trovesi e Rita Marcotulli), la musica sudamericana (con la grande Mercedes Sosa), la musica barocca (con l’Ensemble L’Arpeggiata diretto da Christina Pluhar).

Lucilla Galeazzi, voce
Stefania Placidi, chitarra
Carmine Bruno, percussioni

Tarantella dell’Avena - Tradizionale Lucania (PZ)
Pizzicarella - Trad. Salento (LE)
Tarantella del Gargano - Trad. Monte Sant’Angelo (FG)
La Carpinese - Trad. Carpino (FG)
Era una notte chiara - Lucilla Galeazzi
Tarantella Calabrese - Trad. Reggio Calabria
Voglio una casa - Lucilla Galeazzi
Sogna fiore mio - Ambrogio Sparagna
Saltarello - Trad. Umbria
Tu bella ca lu tiene - Trad. Puglia
Abballati abballati - Trad. Alcamo (TP)
A’ vo’ - Trad. ninna nanna Alcamo (TP)
Per Sergio - Lucilla Galeazzi
Ah, vita bella! - Lucilla Galeazz
i


Sabato 22 luglio 2017 ore 21.15

I colori del Mediterraneo

La musica tradizionale greca affonda le radici nell’antichità e nelle tradizioni bizantine; nella sua forma attuale risente anche della graduale influenza delle culture vicine, in particolare quelle slava e turca. L’esito è costituito da sonorità che hanno dentro la magia abbacinante del Mediterraneo e l’ebbrezza policroma dei Balcani.
Sirtos è certamente uno dei migliori ensemble tradizionali europei che ben ha assimilato questo patrimonio tradizionale, rivitalizzandolo e riproponendolo in una forma fresca e attuale. Il repertorio attinge alla musica tradizionale greca, con particolare riferimento a temi ed arie delle isole, luoghi più aperti alle influenze asiatiche. Gli arrangiamenti rispettano i canoni tradizionali e le esecuzioni accolgono un’ampia gamma di strumenti, tra i quali spicca il bouzouki, strumento principe che richiede estremo virtuosismo.
I loro concerti alternano struggenti ballate a ritmi travolgenti, in una sequenza di brani tradizionali ed originali. Nel corso delle loro applauditissime esibizioni vengono interpretati anche balli tradizionali e la classica danza moderna, il Sirtaki.

Katalin Juhasz, voce, violino, baglama
Andreas Lehoudis, voce, bouzouki, percussioni, dzorauto, laouto
Etelka Pallai, fisarmonica, kaval, chitarra, flauto
Zsuzsanna Bacsay, basso, violoncello
Peter Paszti, percussioni e danza



Sabato 29 luglio 2017 ore 21.15

Concerto per Arturo Toscanini

Arturo Toscanini, uno dei maggiori direttori d’orchestra di ogni tempo, nacque a Parma nel 1867. Proprio Toscanini contribuì a far conoscere la giovane Renata Tebaldi scegliendola per il leggendario concerto di riapertura della Scala di Milano e oggi, a centocinquanta anni dalla nascita, il Festival di Torrechiara Renata Tebaldi lo ricorda con un concerto interamente dedicato a Ludwig van Beethoven, uno degli autori più amati ed eseguiti dal grande direttore.
Protagonista dell’omaggio, caldamente voluto dal maestro Carlo Piazza, è l’Orchestra di Padova e del Veneto, fondata nel 1966 e da allora affermatasi come una delle migliori orchestre italiane ed europee.
Solista nel celebre Concerto per Violino e Orchestra sarà Federico Guglielmo. Già definito dal Boston Globe "la nuova stella nel panorama della musica antica", il violinista padovano è solista e concertatore dell'eccezionale ensemble L'Arte dell'Arco e ha collaborato con leggendari gruppi di musica antica, come la storica Academy of Ancient Music di Londra, fondata da Christopher Hogwood, e la Handel & Haydn Society di Boston.

LUDWIG VAN BEETHOVEN
Concerto per Violino e Orchestra in Re magg. Op. 61
Ouverture Coriolano in Do min. Op. 62
Sinfonia n. 4 in Si bemolle magg. Op. 60


Venerdì 4 agosto 2017 ore 21.15

Dall'Oceano alle Highlands

Il gruppo Dàimh (pronunciato "dàiv") propone un approccio moderno e originale alla musica tradizionale scozzese.
Composta da musicisti provenienti da ambiti musicali differenti (chi ha studiato in Irlanda, chi in Scozia e chi in America), la band ravviva sapientemente la musica della tradizione con i nuovi ritmi e le nuove sonorità che ciascun componente ha scoperto durante il proprio percorso musicale. La loro musica è quindi insieme pienamente scozzese e originale, una miscela varia ed energica di melodie e canzoni che crea un suono unico ed avvincente.
Nel repertorio spicca la presenza di bellissimi canti in lingua gaelica provenienti dalle isole Ebridi.
I Dàimh hanno all’attivo centinaia di spettacoli in tutta Europa, Stati Uniti e Canada e sei incisioni discografiche di successo.

Ellen MacDonald, voce
Angus MacKenzie, highland pipes, whistle
Murdo Cameron, mandola, mandolino, organetto diatonico
Gabe McVarish, violino
Ross Martin, chitarra

ACCADEMIA DEGLI INCOGNITI

Siamo nati nel 1994 e prendiamo il nome da un’antica Accademia veneziana che si proponeva di diffondere la musica fuori dalle corti. Eravamo, e siamo tuttora, un gruppo di amici che credono nel valore degli interessi culturali e della passione per la musica, il teatro e le altre arti.
Come i nostri predecessori veneziani, senza presunzione e senza rinunciare all’ironia, ci diamo da fare, compatibilmente con gli impegni di ognuno, per portare nelle nostre zone artisti e spettacoli di alto livello al fine di offrire occasioni di divertimento non banale, di arricchimento culturale e di valorizzazione del patrimonio artistico e ambientale del territorio in cui viviamo.